CCNL pirata e leader. Retribuzione minima effettiva

CCNL pirata e leader. Retribuzione minima effettiva: il video articolo a cura dell’avvocato Mauro Parisi.

Il ripensamento della Circolare n. 7/2019 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, riabilita di fatto i CCNL “pirata”, salvo l’indagine ispettiva del rispetto sostanziale dei minimali.

Punti e spunti – “V@L – Verifiche e Lavoro” n. 3/2019

CCNL pirata e leader. Retribuzione minima effettiva: in sintesi

  • Nel corso del 2018 l’INL aveva dichiarato fuorilegge i CCNL “pirata”, ossia di OO.SS, non maggiormente rappresentative in termini comparativi.
  • Con la circolare n. 3/2018, prima, e la nota 20.6.2019 apparsa sul sito internet INL, poi, si era di fatto dichiarata l’inefficacia di tali contratti e la loro disapplicazione a favore dei “leader”.
  • Ciò creava un automatismo dell’azione ispettiva, per cui gli ispettori, nell’assumere i propri provvedimenti, operavano d’ufficio senza valutazioni di merito del rispetto dei minimali.
  • Con la circolare n. 7/2019, vi è però un ripensamento, per cui anche i CCNL “pirata” potranno continuare a essere applicati, salvo il concreto rispetto dei minimi di legge.

V@L – Verifiche e Lavoro è la prima rivista specializzata in Italia in materia di ispezioni e controllo sul lavoro da parte degli organi pubblici competenti, su lavoro, previdenza, assicurazione e sicurezza.

I nostri ricorsi ragionati vogliono essere uno strumento operativo, una guida pratica per difendersi in caso di verbale ispettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi

Password dimenticata?

Creare un account?

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.